LinkedIn è una piazza virtuale nata per accrescere il proprio network professionale. Il sito è stato lanciato negli Stati Uniti nel 2003 e conta oggi 250 milioni di iscritti a livello globale. La maggioranza di questi sono basati negli Stati Uniti, la presenza di questo social network è però sempre più importante anche nel resto del mondo.

L’idea di fondo è semplice: massimizzare la visibilità del proprio profilo professionale attraverso internet e la propria rete di conoscenze. Visita www.linkedin.com, crea il tuo profilo, pubblica il tuo curriculum online e “connettiti” ai tuoi colleghi, ex colleghi, compagni di studio e amici. Più esteso è il tuo network, maggiore sarà la tua visibilità.

A cosa serve avere visibilità in LinkedIn?
Ad aumentare la probabilità di essere contattato per opportunità di lavoro/ carriera. Linkedin si è affermato negli anni come strumento principe nella ricerca di personale qualificato sia da parte di società di selezione, che di aziende.

E se non mi interessa essere “visibile”?

  • LinkedIn è anche un ottimo strumento per tenersi aggiornati e raccogliere informazioni su aziende di nostro interesse. Infatti oltre al piacere di scoprire come va la carriera dei nostri compagni del liceo, LinkedIn offre la possibilità di partecipare più o meno attivamente a gruppi focalizzati su determinati argomenti (comunicazione digitale, grafica, project management, …). I membri di questi gruppi portano avanti delle conversazioni incentrate su argomenti rilevanti.
  • LinkedIn viene utilizzato da aziende e società di selezione per pubblicare annunci di lavoro.
  • Attraverso una pagina di profilo aziendale, ci fornisce invece informazioni sull’azienda, i servizi e i prodotti che offre, le iniziative intraprese, le opportunità di lavoro aperte. Possiamo seguire un profilo e ricevere tutti gli aggiornamenti del caso.

[accordion]
[item title=”Perché aprire una Company Page?”]LinkedIn è un’ulteriore opportunità di visibilità per le aziende, siano esse grandi o piccole. Si possono semplicemente offrire informazioni base sulla propria attività e i servizi/ prodotti offerti, come si può dimostrare quanto si è attivi nel settore attraverso la condivisione di link ad articoli pubblicati sul proprio blog o di aggiornamenti sui progetti ai quali si sta lavorando.[/item]
[/accordion]

Trattandosi di un social network professionale, sconsigliamo di utilizzarlo come facebook e di prestare particolare attenzione nella realizzazione del proprio profilo:

  • E’ molto importante avere una foto del profilo. Evitiamo però di utilizzare la selfie scattata in bagno sabato sera prima di uscire, piuttosto che la foto fatta al mare coi capelli ancora bagnati.
  • Teniamo il nostro status aggiornato con informazioni inerenti la nostra professione: novità del settore, il link a un articolo che abbiamo scritto, i complimenti a un collega che ha ottenuto un successo al lavoro. Evitiamo update sulla partita, un concerto o la gita in montagna fatta nel fine settimana.
  • Personalizziamo le richieste di contatto: quel “I’d like to add you to my professional network on LinkedIn” è davvero triste e impersonale.
  • Forniamo un profilo sufficientemente dettagliato, senza esagerare e soprattutto senza farci prendere dalla fantasia.

Il profilo professionale che pubblicheremo su LinkedIn dovrà essere coerente col profilo professionale che abbiamo nella vita reale.