Ci sarà capitato di avere qualche idea interessante, qualche progetto da mettere a punto o qualche invenzione che vorremmo migliorare per brevettare, magari si abbiamo tutto questo ma non abbiamo le risorse economiche per portare avanti quelli che sono destinati a rimanere sogni in un cassetto.

E se esistesse un modo semplice, per raccogliere fondi attraverso donazioni spontanee?

Utopia? No! dal 2009 un modo c’è, è una piattaforma online che ha il nome di kickstarter.

 

Come funziona kickstarter

Kickstarter è un sito web di crowdfunding. Registrandosi al sito Kickstarter.com è possibile inserire il proprio progetto. Una volta che questo viene ritenuto valido e interessante verrà pubblicato e quindi reso visibile a tutti i possibili finanziatori. Al momento della pubblicazione del progetto sarà necessario stabilire il budget che intendiamo ottenere e il termine entro cui raccoglierlo.

Dal momento in cui il progetto è online tutti coloro che credono nella bontà della nostra idea potranno finanziarlo con donazioni spontanee. Se però entro la scadenza che abbiamo previsto non avremmo raccolto il budget necessario, il denaro verrà restituito ai nostri finanziatori.

Perché contribuire al finanziamento

Gli utenti che intendono sostenerci, oltre alla validità di quanto proposto, sono incentivati da piccole o medie ricompense che vanno da semplici ringraziamenti, gadget a viaggi per le donazioni più corpose

Il vero vincolo di kickstarter

KickStarter è attiva solamente negli Stati Uniti e nel Regno Unito. Per lanciare un progetto, quindi, il responsabile deve essere residente in uno di questi due Paesi. Conviene dunque avviare conoscenze all’estero!

Sulla scia di kickstarter, il Museo Civico di Torino

Un esempio di declinazione di kickstarter in Italia viene dal Museo Civico di Torino.

donaz2Con l’intento di restituire al museo, il servizio in porcellana dei d’Azeglio, sul sito di Palazzo Madama è stata aperta a Gennaio un’apposita sezione di raccolta fondi per riportare a casa il piccolo tesoro, destinato ad essere battuto in asta, a Londra.

L’obiettivo è stato raggiunto, grazie alla partecipazione di 1589 donatori.

 

 

 

(image source:  www.wired.it; http://www.palazzomadamatorino.it/crowdfunding/)